Annalisa De Simone, Le amiche di Jane

Sopravvivere all'innamoramento con Orgoglio e pregiudizio

Condividi

I romanzi di Jane Austen e la vita di Jane Austen come bussola per orientarsi nella gran confusione dei sentimenti amorosi: Le amiche di Jane, Sopravvivere all’innnamoramento con Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen di Annalisa De Simone, uscito per Marsilio, è un libro a metà tra considerazioni letterarie e considerazioni esistenziali, come è proprio della collana Passaparola. De Simone rileva la maestria narrativa di Austen, che non costruisce personaggi funzionali a uno scopo, ma drammatizza ogni carattere; Orgoglio e pregiudizio ha più di un punto in contatto con lo Shakespeare di Tanto rumore per nulla e la sua prosa si contraddistingue per la precisione millimetrica.  Austen inventa il romanzo moderno creando eroine che viaggiano verso l’età adulta in mezzo ai paradossi della vita, e le dinamiche dell’innamoramento da lei descritte sono tutt’ora valide, basti pensare al personaggio del seduttore, Wickham, tutto apparenza e niente sostanza. Rimasta nubile, Austen sceglie la scrittura, vive la solitudine come una conquista, altro aspetto che la rende più che mai attuale.

La struttura di Orgoglio e pregiudizio somiglia a quella di un romanzo d’avventura. Se fosse stata un uomo, Lizzy avrebbe avuto a che fare con spade, draghi, sortilegi, ma essendo nient’altro che una ragazza della provincia inglese, si trova ad affrontare un diverso tipo di prova, più difficile e più entusiasmante. Orientarsi nelle infinite trappole dei sentimenti. Perfezionarsi nell’arte di capire l’altro. Chi è per davvero? Quanto sono in grado di intuire chi sia? E qual è il confine tra apparenza e verità?

Annalisa De Simone (L’Aquila, 1983) è laureata in Scienze umanistiche e in Filosofia. Ha esordito con il romanzo Solo andata (Baldini&Castoldi 2013). Con Marsilio ha pubblicato Non adesso, per favore (2016) e Le mie ragioni te le ho dette (2017).