Chiara Valerio, Il cuore non si vede

Un romanzo realista che parte dall'irrealismo

Condividi

Stimato e affermato grecista Andrea Dileva si sveglia una mattina senza cuore: in petto non gli batte più nulla. Nei giorni successivi saranno i polmoni e il fegato a subire lo stesso destino, senza che lui manifesti esteriormente i segni di queste perdite (a parte il colorito giallo). Intorno ad Andrea si muovono le donne che gli sono legate: Laura, la sua compagna; Carla, la donna con cui ha una relazione platonica che fa impazzire di rabbia il marito di lei e riempie di gioia Simone, suo figlio; Angelica, l’amica di sempre, dottoressa; Cristina, sua sorella. Nei miti greci manca quello dell’uomo che perde pezzi: Chiara Valerio in Il cuore non si vede (Einaudi) ci offre un suo mito che si apre a interpretazioni plurime e rispecchia il disorientamento del maschio in una società sempre più a trazione femminile.
 

Si era portato una mano al torace e raddrizzando le spalle aveva piegato la testa da un lato per tendere l’orecchio ma l’unico suono registrato era stato il fischio delle pupille che si dilatavano, come in una visita oculistica, e aveva sussurrato – una confessione, incredula, un allarme, incerto – Non mi batte più il cuore.

 
Chiara Valerio (Scauri, 1978) vive a Roma e a Venezia, è responsabile della narrativa italiana della casa editrice Marsilio e lavora a Rai Radio3, dove conduce il programma L'Isola Deserta ed è consulente per il programma Ad Alta Voce. Ha studiato e insegnato matematica per molti anni e ha un dottorato di ricerca in calcolo delle probabilità. Ha scritto romanzi, racconti, saggi e testi teatrali. Tra le sue pubblicazioni: A complicare le cose (robin, 2003), La gioia piccola d'esser quasi salvi (nottetempo, 2009), Spiaggia libera tutti (Laterza, 2012). Per Einaudi, ha pubblicato Almanacco del giorno prima (2014), Storia umana della matematica (2016) e Il cuore non si vede (2019). Redattore di Nuovi Argomenti, collabora con la Repubblica e il mensile Amica. Per nottetempo, ha tradotto e curato Flush, Freshwater e Tra un atto e l'altro di Virginia Woolf.