Chiara Lico, Mi hanno chiuso la scuola!

Moscardino e la sua resistenza

Condividi

Moscardino, il protagonista del libro di Chiara Lico, Mi hanno chiuso la scuola (illustrato da Francesco Fagnini per Lapis), entra in crisi alla notizia che la sua scuola chiuderà. Il preside, il Signor Barone, sostiene che non ci sono soldi per tenerla aperta, ma grazie agli appostamenti fatti con i suoi amici, Mos  scopre che è in atto un tentativo di speculazione edilizia: al posto dell’edificio scolastico dei loschi figuri vogliono costruire un albergo di lusso. Purtroppo scopre pure che la ragazza che gli piace Marilù è figlia di uno di quei loschi figuri. Una storia di resistenza dal basso e di crescita attraverso le avversità.  

Moscardino-detto-Mos-cioè io- di colpo si è ritrovato davanti a un dolore al cubo.
Forse mi chiudono la scuola
Mi sono innamorato.
E poteva pure bastare, no?
Mi sono innamorato della persona sbagliata.
E realizzo ciò su un campo di calcio, a ridosso del fischio di inizio.
Risultato: la mia peggior performance calcistica di sempre.

Chiara Lico è giornalista professionista dal 2000. Lavora in RAI, al Tg2. Si occupa di cronaca e conduce il telegiornale.Ha lavorato per il Gruppo Editoriale L’Espresso e nei settimanali di carta stampata e a Mediaset (Tg5). Per la Tgr ha condotto la prima edizione di Buongiorno Regione (2008), ha lavorato al Tg3 e nel 2013 ha firmato e condotto il programma di informazione Divieto di sosta. Per il Tg2 ha realizzato servizi, inchieste e approfondimenti che hanno sempre come sfondo il sociale. Collabora con il Blog del Fattoquotidiano.