Cristina Portolano, Francis Bacon, La violenza di una rosa

Graphic biography

Condividi

Artista controverso e tormentato, Francis Bacon viene raccontato da Cristina Portolano in un graphic novel pubblicato da Centuria che s’intitola Francis Bacon, La violenza di una rosa. L’autrice ripercorre le tappe fondamentali della vita del pittore nato a Dublino il 28 ottobre 1909 e sempre in giro per il mondo: da Berlino a Parigi a Londra a Tangeri. Bacon muore a Madrid a ottantatré anni nel 1992; la sua prima mostra risale al 1929, ma diventa famoso dopo la seconda guerra mondiale. Tra i motivi di fascino di questo libro l’uso dei colori malva, rosso, giallo acido e blu: i colori di Bacon.   

La mia pittura è giudicata spesso orribile, perché è diretta. Essa rivela il sonno della ragione in quelli che la trovano mostruosa, mentre io, al contrario, faccio vedere come il risveglio dei mostri abbia generato una metamorfosi della ragione. Voi non volete quest’altra ragione.

 
Francis Bacon nasce il 28 ottobre 1909 a Dublino, in Irlanda, da genitori inglesi, un ex ufficiale dell’esercito e un’ereditiera. Trascorre l’infanzia tra l’Irlanda e l’Inghilterra; a sedici anni è cacciato di casa dal padre, che non tollera le sue tendenze omosessuali. Senza aver terminato gli studi, si stabilisce a Londra, dopo aver compiuto lungo soggiorni a Berlino e Parigi. Negli anni trenta inizia a dipingere e a progettare mobili nel suo studio londinese. L’opera che lo impone all’attenzione della critica è Crocifissione del 1933. Tra la fine degli anni ’40 e gli anni ’50, Bacon si concentra sulla rielaborazione del ritratto di papa Innocenzo X dipinto da Diego Velásquez. Accanto a questa serie, Bacon realizza ritratti, autoritratti e figure umane, dove il soggetto è a stento riconoscibile. Nel 1954 è chiamato a rappresentare la Gran Bretagna alla Biennale di Venezia e negli anni seguenti si moltiplicano le sue esposizioni. Anche quando esegue dei ritratti, Bacon preferisce lavorare sulla base di fotografie piuttosto che davanti al soggetto in posa. Il 28 aprile 1992 Francis Bacon muore a Madrid.

Cristina Portolano nasce a Napoli nel 1986. Dopo il liceo artistico, studia a Bologna all'Accademia di Belle Arti. Dopo l'Erasmus a Parigi, all' École nationale Supérieure des Arts Décoratif, si appassiona alla grafica d'arte e all'incisione. Oggi, disegna storie a fumetti, è illustratrice, insegna educazione artistica alle scuole medie e tiene laboratori di disegno e arte murale. Ha pubblicato su Internazionale, Lo straniero, Hamelin, Illywords, Napoli Monitor, e per collettivi di autoproduzione come Ernest virgola, Delebile, Teiera, Squame. Ha vinto diversi premi ed esposto in Italia e all'estero in mostre personali e collettive. Vive e lavora a Bologna.