Errico Buonanno, Teresa sulla luna

Vita musica e peccati di mia nonna millantatrice

Condividi

Una nonna ingombrante, Teresa Piserchia, “nata a Matera e cresciuta a Roma” come lei stessa ama raccontarsi: Teresa sulla luna, Vita musica e peccati di mia nonna millantatrice di Errico Buonanno, pubblicato da Solferino è un romanzo familiare, ma è anche un romanzo sulla verità e sulle bugie (quelle di Teresa che è maestra in questo campo, avendo passato la vita a inventare spasimanti famosi come Amedeo Nazzari e Cole Porter e partecipazioni in film hollywoodiani, ma anche quelle che si racconta il protagonista, che vorrebbe affermarsi in campo letterario e invece si mantiene cercando e inventando citazioni letterarie per un sito web). Teresa, morta a 98 anni, domina la scena familiare per lungo tempo, ma soprattutto domina il nipote, al quale è convinta di aver trasmesso i suoi molteplici talenti, mentre lui sin da bambino prova imbarazzo per il modo che lei ha di interferire nelle sue faccende e insieme utilizza queste interferenze come alibi per le proprie debolezze.  Un romanzo umoristico sui conti che ognuno di noi deve fare con i propri parenti, con un’eredità fatta di modi di dire e di pensare che ci influenza sempre e comunque.    

So che i racconti sono stati l’intima essenza e la sostanza di nonna, il modo che aveva per resistere, e rendere belli i fallimenti e le perdite, rendere dolci le banalità del passato. E ora che resta la realtà, ora che ho visto dove vanno a parare le storie, gli amori e i successi, questa magra biografia di un’artista è di più: è un resoconto, una confessione, una cronaca. Questo è un elenco a cuore aperto di tutte le frottole e illusioni che mi hanno portato alla rovina. O, semplicemente, alla vita com’è.

 
Errico Buonanno nasce a Roma il 14 ottobre 1979. È scrittore, traduttore, autore radiofonico e televisivo. Per il Corriere della sera ha realizzato la webserie I ragazzi degli anni 90. I suoi libri più recenti sono Notti magiche. Atlante sentimentale degli anni Novanta (Utet 2017, con Luca Mastrantonio), Vite straordinarie di uomini volanti (Sellerio 2018), e Falso Natale (Utet 2018).