Luca Perri, Partenze a razzo

La storia tragicomica dell'esplorazione spaziale

Condividi

La sfida epica della conquista spaziale è stata costellata da gesti eroici ma anche da imprevisti, errori e situazioni tragicomiche. Insidie difficili da prevedere, oggetto dell'indagine di Luca Perri  che si propone di illuminare il lato in ombra della professione dell’astronauta, una figura che esercita un grande fascino sull’immaginario degli adolescenti.
Con Partenze a Razzo. Tutto quello che c’è da sapere prima di diventare un astronauta, un libro illustrato dai disegni di Marco Tabilio, edito da DeAgostini, l’autore ripercorre la storia delle esplorazioni spaziali, iniziate nel 1947 quando un pugno di moscerini della frutta viene rinchiuso in un razzo e spedito nello spazio. Seguiranno topi, cani, scimpanzé, iguane fino alla missione dell’uomo sulla Luna del 1969, avventura celebrata dalla storia e di cui Perri ricorda alcuni episodi poco noti:  

Apollo 11, la missione che tutti ricordiamo come un successo strepitoso aveva il cinquanta per cento delle probabilità di fallire e ha rischiato più volte di fallire: il computer dell’allunaggio del modulo ha rischiato di impallarsi più volte nella discesa, gli astronauti hanno rischiato di schiantarsi in una zona piena di rocce appuntite  e quindi di rompere le zampe del modulo lunare e non poter ripartire... Quindi ci sono tantissimi aspetti meno conosciuti, meno ricordati che però ci insegnano come davvero quando si fa una missione in un posto così difficile come può essere lo spazio, non c’è mai nulla da dare per scontato.


Luca Perri nace nel 1986, è un astrofisico e astronomo dell’Osservatorio di Merate. Tra le sue collaborazioni vi sono Kilimangiaro (Rai 3), Radio2, Radio Deejay, Radio Capital, Repubblica, Focus, Focus Junior, Pikaia, CICAP, Festival della Scienza di Genova e BergamoScienza. È stato campione italiano e finalista internazionale di FameLab 2015, talent show sulla divulgazione scientifica. Ha pubblicato i libri La pazza scienza (Sironi Editore), Errori Galattici (DeAgostini) e Astrobufale (Rizzoli), vincitore del Premio COSMOS degli Studenti 2019.

Rai Cultura ha incontrato l'autore in occasione del Festival Lucca Comics, 2019