Umberto Broccoli, Questa è la storia

Cinquant'anni di storia italiana attraverso le canzoni

Condividi

Parte nel 1938 e arriva fino al 1988 il racconto di “cinquant’anni di storia italiana attraverso le canzoni” fatto da Umberto Broccoli in Questa è la storia (Bompiani, introduzione di Pier Luigi Vercesi). Broccoli racconta la vita quotidiana, le emozioni, le paure, i sogni, ma anche gli eventi politici ed economici che segnano decennio per decennio l’Italia del Novecento. Lo fa ricostruendo fatti e atmosfere, rileggendo cronache d’epoca, rievocando celebri film, ma soprattutto esaminando i testi delle canzoni più popolari dalla Fiorin fiorello di Carlo Buti alla Coppi di Gino Paoli, passando per il repertorio che si è sentito echeggiare nelle case di tutti. Grande protagonista del libro è la radio, mezzo molto amato da Broccoli, che ha contribuito all’innalzamento del livello culturale del nostro paese.

Ecco la vera follia del mondo: dallo stesso strumento, la radio, si diffondono messaggi di vita quotidiana parallelamente a segnali di retorica violenta. Da una parte Vivere, dall’altra Vincere, con un testo fin troppo eloquente. Carlo Buti, tenore canta Vivere. Michele Montanari, tenore, canta Vincere. Stessa passione in due direzioni opposte: l’uno pronto a godere la vita, l’altro a santificare la morte se non arriva la vittoria in battaglia. L’uno a correre verso la libertà, l’altro a marciare con passo romano verso la prevaricazione.

 
 
Umberto Broccoli si laurea in Archeologia cristiana nel 1976 presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza. Dal 2008 al 2013 è stato Sovrintendente per i beni culturali di Roma Capitale, ricevendo per questo incarico l’onorificenza di Commendatore della Repubblica dal Presidente Giorgio Napolitano. Ha pubblicato numerosi saggi e collaborato con settimanali e quotidiani, tra i quali La Repubblica, TV Sorrisi e Canzoni, Reset, Archeo, L’Osservatore Romano, Corriere della Sera/ Sette, Limes). Come autore e conduttore ha realizzato per la Rai programmi radiofonici e televisivi, produzioni cinematografiche ed eventi teatrali. Per la capacità di attualizzare la cultura classica vince nel 2010 il premio Eugenio Montale. In video per anni per Unomattina (Rai1) dopo aver realizzato e condotto per Radiouno Rai le trasmissioni Con parole mie e In Europa. Ad oggi è nel cast de I fatti vostri (Rai2).