Zita Dazzi, Ascolta i battiti

A ritmo di trap

Condividi

Raccontata dalle voci alternate di Sofia e Ruben, Ascolta i battiti di Zita Dazzi (Il Castoro) è la storia dell’incontro tra due adolescenti di oggi. Sofia ha attraversato con il rosso ed è finita sotto una macchina, Ruben ha fatto un incidente in bicicletta: entrambi in ospedale scambiano le prime parole mentre sono ingessati. Tutti e due faticano a comunicare con i loro genitori: la madre di Sofia delega a sua sorella il compito di parlarle dei suoi vestiti vistosi, e della scarsa voglia di studiare; a casa di Ruben sono disperati per i suoi votacci. Ruben scappa di casa ma torna subito indietro; Sofia si fa un piercing senza parlarne prima con la madre. C’è poi il personaggio di Iris Formenti, popolarissima su Istagram e pronta ad approfittare delle debolezze altrui per mettersi al centro dell'attenzione. Zita Dazzi si mette ad altezza di ragazzo e costruisce un romanzo sintonizzato sul ritmo della musica trap che anima e condiziona il mondo giovanile.

Mi vogliono diverso, ma ho giurato a tutti che sarei stato me stesso (Notti, Sfera Ebbasta)

  
Zita Dazzi è giornalista di Repubblica. Vive e lavora a Milano. Nel ’93 ha vinto il premio giornalistico dell’Associazione Interessi Metropolitani e nel 2002 il premio Cronista dell’anno dell’Associazione lombarda giornalisti. Il suo primo romanzo per ragazzi è stato La banda dei Gelsomini.