Francesca Segato e Sara Saorin: a Camelozampa il Bop 2020

Bologna Prize for the Best Children's Publishers of the Year

Condividi

Il BOP è un riconoscimento annuale volto a premiare i migliori editori del mondo in ciascuna delle sei aree geografiche: Africa, Asia, Europa, Centro America e America Latina, Nord America, Oceania. Quello che rende così speciale questo premio, il più importante riconoscimento per un editore di libri per ragazzi, è il fatto che la giuria è composta da tutti gli editori, a livello mondiale, iscritti alla Bologna Children's Book Fair.

L'annuncio dei vincitori è stato dato  da Elena Pasoli, Exhibition Manager di Bologna Children's Book Fair, in occasione della BCBF 2020 Online Special Edition.  Il premio, alla sua ottava edizione, è organizzato da Bologna Children’s Book Fair e AIE – Associazione Italiana Editori in collaborazione con IPA – International Publishers Association, intende dare un riconoscimento alle case editrici che si sono distinte maggiormente per il carattere creativo e la qualità delle scelte editoriali nel corso dell’ultimo anno. Due gli obiettivi: valorizzare il progetto editoriale, mettendo in luce le competenze professionali delle case editrici, e favorire la conoscenza reciproca e gli scambi tra i paesi e le diverse anime culturali del mondo.

Il vincitore di quest'anno è stato Camelozampa, casa editrice nata nel 2011 dalla fusione di Camelopardus e Zampanera. Caratterizzata dalla riscoperta di capolavori internazionali mai apparsi in Italia o da tempo non più disponibili di autori come Quentin Blake, Anthony Browne, Michael Foreman, Crockett Johnson, Tony Ross, Jimmy Liao, Chen Jiang Hong, Marie-Aude Murail, Alki Zei, Evghenios Trivizàs e altri ancora, affianca a questo un lavoro creativo di produzione grazie ad autori e illustratori italiani e internazionali. Camelozampa è inoltre una casa editrice ad alta leggibilità, con l’utilizzo del carattere EasyReading® e di appropriati accorgimenti per facilitare la lettura da parte di tutti. Francesca Segato e Sara Saorin, che la dirigono, ci raccontano qui cosa significa aver vinto questo premio prestigioso, la storia della casa editrice, i suoi punti di forza e l’impegno a favore della leggibilità. 

In questo momento così drammatico per l'editoria, un premio del genere ci fa sentire il valore della condivisione con gli altri colleghi, ci fa sentire di far parte di un mondo, quello del libro per ragazzi che anche in questo momento non ha frontiere.


Francesca Segato, giornalista e scrittrice, vive e lavora nella zona dei Colli Euganei. Tra i fondatori di Zampanera Editore, poi confluita in Camelozampa, da anni tiene laboratori di lettura animata e scrittura creativa per bambini. 

Sara Saorin, laureata alla Scuola Interpreti e Traduttori di Bologna, è co-fondatrice di Camelozampa, per la quale ha tradotto i romanzi di Marie-Aude Murail, Christophe Léon, Christian Bobin, Alexandre Jardin e numerosi albi di autori come Michael Foreman, Quentin Blake e Anthony Browne. Continua a lavorare come traduttrice, soprattutto in ambito scientifico-divulgativo, e per Camelozampa anima le collane “I draghi” (saggistica sul fantastico) e “Gli arcobaleni” (narrativa per pre-adolescenti).