La Catania di Domenico Trischitta

La telluricità culturale della città

Condividi

Il cambiamento e la trasformazione di una città del Sud come Catania, da sempre specchio caleidoscopico del provincialismo letterario del Meridione (secondo l'esistenzialismo claustrofobico del Bell'Antonio di Vitaliano Brancati). Catania, apparentemente statica e fedele a se stessa, in realtà dinamica e musicale come da tradizione (da Bellini a Battiato passando per Carmen Consoli). E innovativa nella letteratura e nel teatro, attraverso l'opera di Domenico Trischitta, attaccato alla tradizione e così profondamente innovativo, dove la commistione di narrativa e teatralità trova un felice equilibrio di moderna rappresentazione letteraria e teatrale.
Interventi di Daniela Marcheschi, Silvio Perrella, Maria Attanasio, Silvio Laviano, Lorenzo Perrona e Domenico Trischitta.