Antonella Frontani, Dopo la solitudine

Una ripartenza

Condividi

In Dopo la solitudine, pubblicato da Garzanti, Antonella Frontani racconta di Lorenzo Melfi, una quarantenne schivo e pieno di sé che fa il direttore d’orchestra e insegna al Conservatorio di Torino. Un giorno all’improvviso, stufo della routine, decide di partire per l’India con un viaggio organizzato. Tra i partecipanti al viaggio c’è Zoe, che è giovane, tatuata, ha i capelli fucsia e sta sulle sue. Lorenzo dapprima sospetta che sia evasa da un carcere, poi comincia a parlare con lei di musica e dopo un romantico bagno di notte i due finiscono in mezzo agli indigeni delle Andamane. Dopo questa esperienza magica e pericolosa, nella vita di Lorenzo irrompono le emozioni e cadono le barriere che gli impedivano di prendersi cura degli altri. Tornato nella sua città andrà a cercare un allievo speciale che aveva rifiutato senza neppure metterlo alla prova e riuscirà persino a riprendere i contatti con il fratellastro mai accettato: una favola contemporanea sulla potenza dell’amore e della musica, sulla possibilità di redimersi e recuperare il tempo perduto. 

Il buio che lo circonda è rotto solo dalla luce della luna ma, tutt’intorno, le immagini balzano chiaramente agli occhi di Lorenzo, come se fossero illuminate da una luce altra, nuova. Non ha paura. Non ha più paura di niente. Non della vita, che ora non gli appare più come una minaccia, un coacervo di invasione, incomprensioni e rumori molesti. Non degli umani, con cui finalmente non si sente più in guerra. 



Antonella Frontani, giornalista, scrittrice e conduttrice televisiva, vive a Torino. Con Garzanti ha pubblicato i romanzi Tutto l’amore smarrito e L’equilibrio delle illusioni.