Luca Colombo, Vita da chitarristi

Oltre le corde

Condividi

In Vita da chitarristi, Oltre le corde, pubblicato da Dantone, Luca Colombo racconta agli appassionati della chitarra e anche a chi non ne ha mai imbracciata una che cosa voglia dire il mestiere di chitarrista. Parla del rapporto esclusivo che lega alla propria chitarra chi la suona, dell’improvvisazione che diventa uno stile di vita, della difficoltà di viaggiare con lo strumento (e dell’impossibilità di lasciarlo a casa), dei disagi del suonare in giro. Traccia una tipologia del chitarrista: dal CDT (chitarrista da tour) al CS (chitarrista solista), dal CDTV (chitarrista da tv) al CDE (chitarrista da eventi) fino al nuovissimo CDB emerso nel periodo della quarantena da Coronavirus (chitarrista da balcone). Abituato alla precarietà, costretto a contare solo sul proprio talento e sulla propria resistenza fisica, il chitarrista ha un grande conforto: l’amore per la musica e per la propria chitarra. Uno divertito e approfondito sguardo su un mestiere molto mitizzat,o ma molto poco conosciuto nei suoi aspetti concreti.

Il chitarrista di solito comincia a suonare la chitarra in un momento in cui non tutto va per il verso giusto, in cui si sente incompleto e va in cerca di qualcosa che lo coinvolga più di un videogame. Spesso ciò accade in un momento di noia ma più sovente di grande disagio interiore, solitamente causato dai postumi di una scena muta durante un’interrogazione di storia o da un’emarginazione alla festa di capodanno, o, più seriamente, dalla morte di un animale domestico o di una persona cara, o dall'abbandono da parte di una fidanzata molto bella o molto stronza o entrambe le cose, o da un incidente automobilistico, no facciamo in motorino che è più adolescenziale. Il novello chitarrista parte quindi già svantaggiato rispetto al resto della società perché cercherà di ricreare quella condizione di disagio interiore ogni volta che imbraccerà lo strumento, soprattutto nei momenti di maggior creatività.


Luca Colombo nasce a Cernusco sul Naviglio nel 1966. Si diploma nel 1990 al CDM di Milano con il maestro Filippo Daccò in arrangiamento per Big Band e in Chitarra Jazz. Esercita la professione di chitarrista in qualità di session-man principalmente in Italia in ambito televisivo, discografico e live. Tiene numerosi seminari e masterclass in scuole di tutta Italia di chitarra moderna, effettistica, improvvisazione.