Francesco Carofiglio, Poesie del tempo stretto

Il mondo visto dalla finestra

Condividi

Nell'introduzione alle sue Poesie del tempo stretto (Piemme), Francesco Carofiglio racconta di aver rimesso mano a una cartella di brevi componimenti scritti in passato, tagliando, correggendo, integrando. Ciò è avvenuto nei mesi difficili del confinamento e di questo le poesie recano traccia, così come i disegni che le corredano. Questa raccolta di testi e di immagini si muove nel terreno della reclusione, ma aprendosi al mondo, alle sue emozioni passate, presenti e future e gli oggetti casalinghi diventano interlocutori in un dialogo animato da ottimismo e fantasia.

misuro questo quadrato di stanza
un piede dietro l’altro
come un giaguaro in gabbia
come un somaro
nel recinto
senza fermarmi
senza sentirmi
vint0

Francesco Carofiglio, scrittore, architetto e regista, è nato a Bari. Oltre a L'estate del cane nero, Ritorno nella valle degli angeli e Radiopirata (tutti usciti per Marsilio), ha pubblicato per BUR il romanzo With or without you e per Rizzoli, in coppia con il fratello Gianrico, nel 2007 la graphic novel Cacciatori nelle tenebre e nel 2014 La casa nel bosco. Per Piemme, ha scritto Wok e Voglio vivere una volta sola, Una specie di felicità, Il Maestro, la saga Jonas e il Mondo Nero e L’estate dell’incanto.