Nadia Terranova su Favola del Castello senza tempo di Bufalino

Un prezioso ritrovamento

Condividi

Unico testo di Gesualdo Bufalino scritto per bambini, Favola del castello senza tempo, scritto per l’editore Cartaedit, era conservato alla Fondazione Bufalino a Comiso. Si deve a Nadia Terranova l’idea di proporlo a Bompiani, che lo pubblica con un’introduzione della stessa Terranova e le suggestive illustrazioni di Lucia Scuderi. La Favola è un’avventura/sogno del giovane coraggioso e innocente Dino. Un giorno il ragazzino incontra una farfalla con un disegno di teschio, l’Acherontia Atropus e seguendola trova un castello in cui diversi umani sono tenuti prigionieri: non invecchiano, non muoiono, ma non vivono neppure, sospesi fuori dal tempo. Grazie a lui riusciranno finalmente a invecchiare e polverizzarsi: come scrive Terranova, secondo Bufalino peggio del morire c’è il non morire. Un libro intessuto di richiami a classici della letteratura e del cinema che risulta trasparente e incisivo, adatto a lettori di ogni età.

Atropo è il mio nome, il mio reame sono le contrade della Notte. Onnipotente fino a ieri e terribile all’intero universo. Poiché dalla mia bocca spandevo un respiro micidiale e avevo mani maiuscole, da soffocare ogni respiro altrui. Sovrana dunque, ma da un solo luogo respinta come lebbrosa, ch’è il Castello Senza Tempo…


Gesualdo Bufalino nasce a Comiso il 15 novembre 1920. Insegnante, si rivela, nel 1981, all'età di 61 anni con il romanzo Diceria dell'untore, grazie all'incoraggiamento di Leonardo Sciascia ed Elvira Sellerio. Con il romanzo Le menzogne della notte vince nel 1988 il Premio Strega. Trascorre la maggior parte della sua vita a Comiso. Muore a Vittoria il 14 giugno 1996.

Lucia Scuderi vive e lavora a Catania. Ha scritto e illustrato libri per bambini con diverse prestigiose case editrici italiane e all’estero. Ha realizzato immagini, manifesti e allestimenti per istituzioni pubbliche e private. Da tanti anni si occupa di letteratura per l’infanzia, illustrazione, educazione all’immagine e costruzione del libro con bambini e adulti. 

Nadia Terranova è nata a Messina. Ha esordito nella narrativa per adulti con Gli anni al contrario (Einaudi Stile Libero 2015), seguito da Addio fantasmi (2018). Fra i suoi lavori per bambini e ragazzi Bruno il bambino che imparò a volare (Orecchio Acerbo, 2012), Le nuvole per terra (Einaudi Ragazzi, 2015) e Casca il mondo (Mondadori, 2016).