Richard Ambrosini, Le storie di Conrad

Biografia intellettuale di un romanziere

Condividi

Rimasto molto giovane orfano di entrambi i genitori, Józef Teodor Konrad Korzeniowski, nato il 3 dicembre del 1857 a Berdyčiv, in Podolia, viene affidato a uno zio materno e a quattordici anni matura il desiderio di imbarcarsi. Per anni vive tra la Francia e i Caraibi; nel 1878 sale sulla prima nave inglese dove impara la lingua con cui poi si reinventa romanziere. In Le storie di Conrad, Biografia intellettuale di un romanziere, pubblicato da Carocci, Richard Ambrosini ricostruisce il percorso letterario di Joseph Conrad mettendo a confronto i suoi romanzi con le prefazioni e gli altri testi da lui scritti a commento della propria opera, vere e proprie dichiarazioni di poetica. Il Conrad di Ambrosini è uno scrittore transnazionale, un intellettuale anticonformista che si accosta alla scrittura narrativa con un progetto artistico elevatissimo. Appassionato di politica così come di letteratura, nei suoi primi romanzi Conrad trasporta il dramma umano del romanzo psicologico nella società multietnica di villaggi sperduti, denunciando i danni del colonialismo. La tecnica narrativa di Conrad è tale che nessuno dei suoi libri può essere catalogato sotto una sola etichetta, iscritto in un genere determinato.  Ambrosini sottolinea anche che il cuore tragico dei suoi libri è costituito dai personaggi femminili, testimoni di un'umanità offesa. L'anglistica italiana ha visto in Conrad un autore europeo (Cecchi lo definì "un Dostoevskij che tenti di mettersi d'accordo con un Flaubert"); il saggio di Ambrosini s'iscrive in questa tradizione e la porta a compimento.
 

Posso essere stato un uomo di mare, ma sono uno scrittore. Di fatto la natura della mia scrittura corre il rischio di essere oscurata dalla natura del mio materiale.


Richard Ambrosini è professore di letteratura inglese all’Università degli Studi Roma Tre. Fra le sue monografie si segnalano Conrad’s Fiction as Critical Discourse (Cambridge UP, 1991-2008), Introduzione a Conrad (Laterza, 1991), Le storie di Conrad. Biografia intellettuale di un romanziere (Carocci 2019), e R. L. Stevenson: la poetica del romanzo (Bulzoni, 2001). Ha tradotto, tra l’altro, di Conrad, Un reietto delle isole (Garzanti, 1994), L’agente segreto (Frassinelli, 1996 [Mondadori 2010]) e Il caso (Adelphi, 2013), e, di Stevenson, L’isola del tesoro (Garzanti, 1996). Sta scrivendo una introduzione alla poesia inglese.