Torna a speciale Opera prima

    Cime tempestose di Emily Brontë

    Con Paola Tonussi

    Condividi

    Scritto fra l'ottobre 1845 e il giugno 1846, Cime tempestose (Wuthering Heights) è l'unico romanzo di Emily Brontë, pubblicato per la prima volta nel 1847, sotto lo pseudonimo di Ellis Bell. Racconta sotto forma di racconto nel racconto la passione distruttiva tra Heathcliff e Catherine, che crescono sotto lo stesso tetto a Wuthering Heights, dopo che il padre di lei ha trovato il ragazzino per le vie di Liverpool. L’attrazione mai risolta tra i due  condiziona pesantemente la vita di due famiglie. I recensori dell’epoca si scandalizzarono per la mancanza di redenzione del protagonista, animato da un forte spirito di vendetta nei confronti del fratello di Catherine, responsabile dell’abbrutimento che gli fa perdere la sua amata a favore del più acculturato e gentile Edgar Linton. Vissuta quasi sempre appartata nella canonica di Haworth, con il padre curato, le sorelle Charlotte e Anne e il fratello Branwell, Emily si dedica precocemente alla lettura e alla scrittura. Con Anne lavora a un ciclo, ormai perduto quasi interamente, chiamato Gondal che costituisce una sorta di serbatoio di idee per la poesia e per Cime tempestose. Nel 1846 esce un volume intitolato Poems by Currer, Ellis and Acton Bell: vi compaiono i versi di Emily e quelli delle due sorelle. Impegnata nella stesura di un secondo romanzo, Emily muore il 19 dicembre 1948, poco dopo il fratello Branwell, distrutto da alcol e oppio. Da Cime tempestose sono stati tratte numerose riduzioni cinematografiche e televisive. Noi vi presentiamo due brani dallo sceneggiato Rai del 1956 con Massimo Girotti e Anna Maria Ferrero diretti da Mario Landi. Ci fa da guida dentro il romanzo Paola Tonussi.


    Un romanzo terribile, due personaggi unici: con Cime tempestose Emily Brontë scrive una storia cosmica, una vicenda sopra ogni legge, in cui i personaggi sono fatti di vento e di erica e attraversano lo spazio chiamandosi di continuo l'un l'altro sotto forma di fantasmi di echi e di apparizione e conquistano l'eterno conquistando lo spazio.


    Paola Tonussi si occupa di letteratura inglese e americana dell’Ottocento e Novecento. È membro della Brontë Society e contribuisce a Brontë Studies, rivista internazionale di studi brontëani. Per l’ Editrice Antenore ha curato Sognatori, poeti e viaggiatori. Sguardi su Verona e il Lago di Garda e per Salerno editore Emily Brontë che ha vinto il premio Finalisti Comisso 2020.

    Si ringrazia la Keats and Shelley House di Roma per aver ospitato le riprese della puntata.