Torna a speciale Virginia Woolf

Cristina Marconi, A Londra con Virginia Woolf

Passeggiate nella città della vita

Condividi

In A Londra con Virginia Woolf, pubblicato da Giulio Perrone, Cristina Marconi si sofferma  sulla vita della grande scrittrice inglese a partire dai luoghi in cui questa si è svolta. Londra gioca un ruolo centrale nella poetica woolfiana: i suoi grandi romanzi sono ambientati qui, da Orlando che racconta la città in una dimensione storica a Mrs Dalloway che è la narrazione di una lunga passeggiata londinese. La prima casa di Virginia è quella al 22 di Hyde Park Gate. Qui vive la sua famiglia allargata, qui muore sua madre quando lei ha tredici anni, qui cominciano i suoi disturbi nervosi. L’altro luogo fondamentale per Woolf è Bloomsbury, un quartiere in cui vivrà a lungo in case diverse e che darà il nome al suo circolo letterario entrato nel mito. Marconi ricostruisce i legami più importanti di Virginia Woolf, quello con la sorella Vanessa e quello con il marito Leonard; il suo amore per una Londra popolare, per il Tamigi, per la cattedrale di St Paul, per i cimiteri, per i musicanti di strada, per il British Museum e infine per la luce della città. Un modo molto efficace per ripercorre la poetica oltre che le vicende esistenziali di un astro della letteratura mondiale.

 Elettrica e bianca, nei romanzi di Woolf, Londra è sempre molto di più di uno sfondo, è un filo intrecciato nella trama dell’esistenza dei personaggi in maniera così profonda che non è facile districarla. Impossibile da delineare, è trasparente e onnipresente, come l’aria, una dimensione da cui si può entrare e uscire per 'rinfrescare la propria stagnazione'.


Cristina Marconi romana, laureata in Filosofia alla Normale di Pisa, vive a Londra e da dieci anni racconta l’Inghilterra sui giornali. Con il suo romanzo d’esordio, Città irreale (Ponte alle Grazie, 2019), è stata nella dozzina del Premio Strega, ha ricevuto il Premio Rapallo Opera Prima e il Premio Severino Cesari. Insegna scrittura creativa.