Ilide Carmignani, Storia di Luis Sepúlveda e del suo gatto Zorba

Con una poesia e una postfazione di Carmen Yáñez

Condividi

In Storia di Luis Sepúlveda e del suo gatto Zorba, pubblicato da Salani, Ilide Carmignani rievoca l’avventurosa vita dello scrittore cileno scegliendo di rivolgersi ai ragazzi sulla scia del libro così caro a questo pubblico, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare. Figlio di un cuoco e di un’infermiera, Lucho, come lo chiamavano gli amici, scopre precocemente l’amore per i libri e per la politica. Comincia a scrivere a diciassette anni come cronista di nera e prende la tessera del partito comunista. Nel 1967 conosce Carmen Yáñez, la donna che sposerà due volte e che gli sarà accanto nella prima e nell’ultima parte della sua vita. Carmignani (e il gatto Diderot per lei) segue Sepúlveda nelle sue peregrinazioni dovute ai contrasti con il potere: incarcerato dopo il golpe di Pinochet, approda a Quito, combatte in Nicaragua, va in esilio in Germania; s’imbarca con Greenpeace, diventa apolide, rivedendo il Cile solo nel 1989. Gli ultimi anni li passa in una bella casa nelle Asturie, circondato dall’affetto di una grande famiglia allargata. Muore il 16 aprile 2020 di Covid. Forte della traduzione di venticinque libri di Sepúlveda, più poesie, sceneggiature e articoli, Carmignani riesce a dar voce Lucho con una lingua molto vicina alla sua, oltre che con affetto e rimpianto.

I nostri sogni sono irrinunciabili, sono ostinati, testardi, resistenti. Sappiamo che solo sognando e restando fedeli ai nostri sogni riusciremo a essere migliori, e se noi saremo migliori, sarà migliore il mondo.

Ilide Carmignani è nata a Lucca. È la voce italiana di Luis Sepúlveda e di Roberto Bolaño e collabora con le più grandi case editrici italiane. Vincitrice del premio di Traduzione Letteraria dell’Instituto Cervantes, si dedica a far conoscere il lavoro del traduttore, sia attraverso seminari, conferenze e scritti (suo il libro Gli Autori Invisibili: incontri sulla traduzione letteraria), sia curando gli eventi sulla traduzione del Salone del libro di Torino. Storia di Luis Sepúlveda e del suo gatto Zorba è la sua prima opera narrativa.