Massimiliano Perrotta. Dopoguerra

Resistere al disincanto per festeggiare la vita

Condividi

Massimiliano Perrotta parla della sua raccolta di poesie Dopoguerra, pubblicata nel 2020 da Torri del Vento Edizioni, da cui legge le poesie Estate e Conchiglia. 

In una giornata qualsiasi dei nostri anni di guerra, in questa «Italia in miniatura», il poeta prova a resistere al disincanto, prova a festeggiare comunque la vita. Non è una facile impresa. Sospese tra oggettività e visione, le poesie di Perrotta alludono al presente cercando di non affogarci dentro.


Nato a Catania nel 1974, Massimiliano Perrotta vive a Roma. Regista e scrittore, ha pubblicato la raccolta poetica “Riva occidentale” (Sikeliana, 2017) e le opere teatrali “Cornelia Battistini o del fighettismo” (La Cantinella, 2006), “Hammamet” (Sikeliana, 2010; Premio Giacomo Matteotti della Presidenza del Consiglio dei Ministri), “Masino Scacciapensieri” (Torri del Vento, 2019). Cura un blog di critica culturale sull’Huffington Post.