Massimo Carlotto, E verrà un altro inverno

In una valle del Nord

Un matrimonio sbagliato: lui s’innamora per superare il dolore per la morte della prima moglie, lei a trentacinque anni ha deciso che è arrivato il momento di sposarsi ma non è fisicamente attratta da lui. Per l’uomo, Bruno Manera, finisce malissimo. Federica Pesenti, sua moglie riprende la relazione che aveva da ragazza con il suo consulente fiscale; questo, per intimidire il rivale e convincerlo a lasciare la valle, manda due giovani del paese a bucargli le ruote della macchina e a picchiarlo; i due balordi sparano; Bruno sopravvive, ma verrà ucciso da Manlio Giavazzi, un vigilante, che s’intromette nella storia per ricattare le persone coinvolte, migliorare il suo tenore di vita e riscattarsi dalla tragedia del figlio morto di bulimia. In E verrà un altro inverno, pubblicato da Rizzoli, Massimo Carlotto racconta un pasticcio mortale che si svolge in un paese del Nord ancora dominato da famiglie che possono tutto: inquinare le prove di un delitto, mettere a tacere i testimoni, contare sull’appoggio di forze dell’ordine compiacenti. La galleria di personaggi che presenta in questo romanzo noir fa spavento: ognuno pensa solo al proprio tornaconto, non c’è un barlume di scrupolo morale e a trionfare alla fine è un male beffardo, che si ritorce verso chi l’ha esercitato.

Il nuovo arrivato era stato catalogato tra i rari eccentrici che si potevano contare in paese, ma solo fino ai primi atti vandalici di cui era stato vittima. Da quel momento l’atteggiamento di benevolenza era mutato e il giudizio corrente era che Manera non la raccontasse giusta. Voce alimentata dal maresciallo capo Piscopo, comandante della stazione dei carabinieri, più che convinto, e non perdeva occasione di ribadirlo, che i guai avessero seguito quell’uomo dalla città.


Massimo Carlotto è l’inventore della serie di Marco Buratti detto l’Alligatore. Ha scritto numerosi romanzi tra cui Arrivederci amore, ciao, L’oscura immensità della morte, Blues per cuori fuorilegge e vecchie puttane, La signora del martedì. Per Rizzoli ha pubblicato Il Turista e l’antologia Sbirre con Giancarlo De Cataldo e Maurizio de Giovanni.