Nuto Revelli: la scelta partigiana

Intervistato per il programma "50 anni fa la guerra" nel 1995, Nuto Revelli racconta i motivi che lo spinsero dopo l'8 settembre 1943 a unirsi ai partigiani. Provò a mettersi in divisa e ad andare in caserma dopo il proclama badogliano ma si rese conto che l'esercito s'era sfasciato e non c'era modo di ricompattarlo. Il 12 settembre prese le armi e si unì ai partigiani.

Avevo scelto di combattere contro i tedeschi fin dall'8 settembre però li ho voluti vedere questi tedeschi che entravano in Cuneo. Erano quattro gatti, quattro-cinque autoblindi e una ventina di soldati. Si sono sistemati alla tedesca con il piglio di chi intimorisce solo con la presenza. Ecco, ho detto, questi sono i tedeschi contro cui mi sento di combattere.