Stefania Auci, L'inverno dei Leoni

La saga dei Florio II

Si svolge tra il 1868 e il 1950 il capitolo finale della Saga dei Florio di Stefania Auci, L’inverno dei leoni, sempre pubblicato dalle Edizioni Nord. Se I leoni di Sicilia era il racconto dell’ascesa dei due fratelli partiti poverissimi dalla Calabria e diventati notabili palermitani, questo corposo volume descrive la decadenza della famiglia a causa di una congiuntura storica sfavorevole, di lutti, di sfortuna, d’impreparazione manageriale, e di scelte sbagliate. Alla morte del padre Vincenzo, Ignazio si getta anima e corpo nell’impresa di governare gli affari e insieme di abbellire la città di Palermo. È adorato dalla moglie Giovanna, che soffre quando scopre l’amore che lo ha legato in passato a una donna che vive a Marsiglia. I momenti migliori la coppia li vive a Favignana, luogo d’elezione dei Florio. A raccogliere l’eredità di Ignazio, non sarà il primogenito Vincenzo, che morirà a soli otto anni, ma il volubile e inaffidabile Ignaziazziddu. Questo nel 1893 sposa Franca Jacona di San Giuliano, la donna più bella di Palermo. Auci concentra gran parte della sua attenzione narrativa sul personaggio di Franca Florio, che ama appassionatamente il marito, prova grande dolore per i suoi continui tradimenti, ma impara a dissimulare le sue emozioni e diventa il perno della vita mondana di Palermo e  musa e amica di artisti come Boldini, D’Annunzio, Puccini. La vita di Franca sarà segnata dalla morte dei figli e dalla rovina economica della famiglia: passerà gli ultimi anni in albergo a Roma, prima con le figlie e infine con il marito, respinto dalla sua ultima amante. Un romanzo storico dalla ricchissima documentazione da cui emerge un vivace ritratto non solo della famiglia Florio, ma di tutt'un'epoca. 

In questa città, tutti dal carrettiere al principe, campano di pane e invidia. Certuni si farebbero ammazzare piuttosto che ammettere di essere mediocri. Quando senti una critica, pensa che sei una Florio, e loro no. Se ti dicono che i tuoi gioielli sono vistosi, pensa che i loro valgono la metà dei tuoi. Se ti mettono in croce per come ti vesti, pensa che loro non hanno il fisico né tanto meno i soldi per indossare i tuoi abiti. Ricordatelo quando li sentirai parlare alle tue spalle. Tienilo a mente e ridi, ridi di loro e della loro mediocrità.

Stefania Auci è nata a Trapani, ma vive da tempo a Palermo, dove lavora come insegnante di sostegno. Con I Leoni di Sicilia, che ha avuto uno straordinario successo – più di cento settimane in classifica, in corso di traduzione in 32 Paesi –, ha narrato le vicende dei Florio fino alla metà dell'Ottocento, L'inverno dei Leoni è la seconda e conclusiva parte della saga.