Giovanni Tommasi Ferroni e la Divina Commedia

Giovanni Tommasi Ferroni e la Divina Commedia

06 Ott 2021 > 06 Ott 2021
Giovanni Tommasi Ferroni e la Divina Commedia
Il 6 ottobre alle 17.30 a Palazzo Firenze in Roma, Sede della Società Dante Alighieri sarà presentato Canto dopo canto. Cento disegni di Giovanni Tommasi Ferroni ispirati alla Commedia dantesca.

L’iniziativa, nata in occasione del 700mo della morte del Sommo poeta e in collaborazione con Opera - Società italiana di arte e cultura, prevede una mostra itinerante e una preziosa pubblicazione, e ruota attorno al ciclo di disegni che il maestro Giovanni Tommasi Ferroni, tra i più interessanti esponenti dell’arte figurativa italiana contemporanea, ha dedicato al capolavoro dantesco: un corpus di cento tavole che rappresentano un raro esempio di illustrazione integrale dei cento canti della Commedia. Ispirate alle più alte stagioni grafiche del Manierismo e del Barocco, eseguite con perfetta resa formale e chiaroscurale, le composizioni di Tommasi Ferroni offrono un suggestivo viaggio visivo attraverso le pagine del poema dantesco. 

L’evento del 6 ottobre a Palazzo Firenze, dalle ore 17.30, sarà l’occasione per lanciare la mostra itinerante dei disegni: l’inaugurazione della prima tappa, con il patrocinio del Ministero della Cultura e il sostegno dell’Ambasciata italiana e dell’Istituto Italiano di Cultura di Kiev, si terrà il 21 ottobre presso il museo Khanenko della capitale ucraina. Agli interventi dei critici Vittorio Sgarbi e Marco di Capua, del segretario generale della Dante Alighieri Alessandro Masi, dell’editore Fabio Lazzari e del maestro Giovanni Tommasi Ferroni, verrà inoltre affidata la presentazione di una pubblicazione stampata da Opera in tiratura limitata, che riproduce fedelmente e a dimensione reale le tavole originali. Concepita come vera e propria opera d’arte in forma di libro, contrassegnata in ogni pagina dalla firma autografa dell’autore, l’edizione è stata realizzata in centosessanta esemplari rilegati in elegante cofanetto.
Andrea Riccardi:

L’eco dei versi danteschi, ambasciatori della lingua e della cultura italiana nel mondo, rimane attualissima e universale e riviverli attraverso l’arte è il modo ideale per cogliere quel caratteristico intreccio tra parola e figurazione, tra razionalità e spiritualità, tra scienza e fede, che ha assicurato alla Divina Commedia, capolavoro immortale e assoluto, un posto unico all’interno del patrimonio culturale dell’Umanità.

Nel rispetto delle misure anti-contagio, l’ingresso sarà consentito con Green Pass e previa iscrizione: eventi@ladante.it. L’evento sarà anche disponibile in streaming sulla piattaforma www.dante.global.it

 
Immagine di copertina: Giovanni Tommasi Ferroni, Dante e i tre Regni, carbone, sanguigna, tempera e penna su carta Fabriano tipo Roma, cm 48x33, 2021