Otto. L'uomo riscritto

    Gioiello filosofico di Marc-Antoine Mathieu

    Condividi

    Da uno dei maestri del fumetto (e non solo) francese, un graphic novel che non ha nulla da invidiare a un vero e proprio oggetto d'arte per intensità visiva e narrativa: Otto. L'uomo riscritto di Marc-Antoine Mathieu, appena pubblicato in Italia da Coconino Press - Fandango, racconta il viaggio interiore di un artista, Otto, che durante una performance, nonostante il successo e la fama ormai consolidati, si sente improvvisamente svuotato e inutile, privo di senso.

    «Adesso Otto aveva l’occasione di compiere il grande passo, di andare ad esplorare dove finora nessuno si era mai potuto avventurare: ai confini del suo io»


    Altrettanto improvvisamente, all'inizio della storia i genitori di Otto muoiono in un incidente, lasciandogli in eredità una casa completamente vuota ad eccezione di un vecchio baule, che contiene il frutto della catalogazione incredibilmente meticolosa dei suoi primi sette anni di vita: per Otto è l'inizio di un lungo percorso di esplorazione di se stesso, di un confronto tra quanto ha dimenticato dei suoi primi anni di vita e chi è poi diventato. La ricerca, che spazierà nella sua biografia toccando filosofia, arte, psicologia e matematica, lo porterà a mettere in discussione molto più di quanto non avrebbe mai immaginato...

    «Mathieu spazia dall’infinitamente grande all’infinitamente piccolo. Il suo Otto sembra chiedersi: se tutto è predeterminato, qual è allora lo scopo della vita? Eppure, malgrado la solitudine dell’eroe, da questo graphic novel emerge una paradossale gioia di vivere» Libération


    Marc-Antoine Mathieu è uno dei più importanti autori del panorama contemporaneo. Esploratore di diverse forme artistiche, dalla scultura alla scenografia e all’installazione, con ogni sua opera a fumetti spinge più in là i confini tradizionali della narrazione. Il suo universo di carta, imbevuto di meditazioni filosofiche e delle ossessioni metafisiche di Kafka e Borges, suggestionato dalle visioni di Peter Greenaway e dei Monty Python, ha rivoluzionato il mondo dei fumetti, facendogli guadagnare i più autorevoli riconoscimenti internazionali, tra i quali l’Alph-Art del festival di Angoulême per la serie Julius Corentin Acquefacques. Tra i suoi graphic novel Mémoire morte, Dieu en personne, 3 Secondes e il recente S.E.N.S.

    Per gentile concessione dell'editore Coconino Press - Fandango pubblichiamo alcune tavole dell'albo Otto. L'uomo riscritto.