Frankenstein di Mary Shelley in un manga

    Il pluripremiato adattamento di Junji Ito

    Condividi

    Pubblicato da J-Pop Manga, casa editrice specializzata in fumetto giapponese, arriva anche in Italia Il mostro – Frankenstein e altre storie del maestro del manga horror Junji Ito, che nel 2019 ha ricevuto uno dei più importanti premi del mondo dedicati ai fumetti: l’Eisner Award, nella categoria Miglior adattamento. E leggendolo si riscontra effettivamente uno straordinario lavoro di trasformazione del romanzo in graphic novel, da una parte sviluppando nel linguaggio dell’illustrazione la terribile storia di Victor Frankenstein, dall’altra rispettando con una certa fedeltà la storia originale: il celebre antefatto sulla strada del polo nord, l’angoscia di Frankenstein in cerca della sua creatura per porre fine all’orrore cui ha dato vita, e tutto il lungo racconto in flashback dell’agghiacciante e archetipica storia di hybris che, come è noto, Mary Shelley scrisse all’età di 19 anni per scommessa con Lord Byron. Ad eccezione di qualche variazione della trama nell’ultima parte del fumetto (che non nuoce tuttavia all’equilibrio della storia e anzi può essere considerata come la firma di JunJi Ito), tutto in questo straordinario adattamento sembra contribuire a onorare la grande opera dell’autrice inglese, un romanzo che ancora oggi resiste magnificamente al trascorrere del tempo (venne pubblicato la prima volta nel 1818) e può essere considerato senza dubbio tra i capolavori intramontabili della letteratura.

    Raggiungerò la grandezza, lo sento. Realizzerò ciò che nessun uomo ha saputo ottenere. E sono certo che questa mia impresa… Mi consentirà di mettere piede nel dominio di Dio! – Frankenstein, Junji Ito


    Oltre alla storia principale il manga contiene anche nove racconti originali dell'autore, che consolidano la sua bravura nel tessere trame orrorifiche, nel creare atmosfere inquietanti e soprattutto nel costruire i finali con colpi di scena e snodi di trama costruiti ad arte per tutto il racconto che non mancano di sorprendere e superare le aspettattive del lettore.
     
    Giusto un’annotazione per il lettore con poca dimestichezza per la lettura dei manga: il susseguirsi delle pagine/tavole è consecutivo la lettura delle vignette procede alla giapponese, e cioè da destra a sinistra, quindi di ogni pagina e di ogni vignetta va sempre letto per prima il testo in alto a destra e poi i successivi proseguendo verso sinistra e in basso. Tuttavia va detto che l’eventuale difficoltà si avverte solo inizialmente, non appena si entra nel ritmo della lettura ci si scorda della forzatura iniziale.

    Per gentile concessione dell'editore J-Pop Manga pubblichiamo in anteprima le prime tavole del fumetto.

    Junji Ito (1963) è uno degli autori di fumetti horror più influenti del Giappone. Nel 1987, mentre lavora ancora come odontotecnico, comincia a pubblicare fumetti e ben presto arriva il successo, che lo porta a collaborare con numerose riviste di genere e a essere considerato uno dei principali autori del mondo J-Horror.