A scuola di scrittura dai grandi maestri

    I consigli pratici di scrittori e scrittrici

    Condividi

    Di questi tempi più o meno tutti hanno un libro nel cassetto e sognano di pubblicare il proprio romanzo o la propria raccolta di poesie con un vero editore, e tra questi non pochi aspirano a quello che Ermanno Cavazzoni chiama il “colpo gobbo”, grazie al ottenere il successo letterario ed economico in un batter d’occhio al primo libro, tanto che ancora c’è chi si lascia ingannare dalle false lusinghe dell’editoria a pagamento pur di vedere il proprio nome in copertina. Quindi forse quello di cui c’è davvero bisogno non è un ennesimo libro pubblicato a pagamento o autopubblicato, ma un bagno di umiltà, un ritorno al valore della fatica di scrivere, giorno dopo giorno, di lavorare senza risparmio sulla propria scrittura, invece che sulle abilità da social media manager di se stessi...

    Ebbene, per aiutare aspiranti scrittori e scrittrici a tornare innanzitutto alla fatica e al piacere di scrivere, vi proponiamo in questa fotogallery alcuni consigli pratici di scrittura formulati da grandi maestri della letteratura, da Simone De Beauvoir a Jean Paul Sartre, da John Steinbeck a William Faulkner, da Ernest Hemingway a Francis Scott Fitzgerald, da Italo Calvino ad Oriana Fallaci. Perché anche se lo sappiamo benissimo a volte è utile rinfrescarci la memoria e ricordare che l’importante è:

    Leggere, leggere, leggere. Leggere tutto – robaccia, classici, buoni e cattivi, e vedere come fanno. Come un falegname che lavora come apprendista e studia il maestro. Leggete! Assorbirete. Poi scrivete. Se è buono lo vedrete. Se non lo è buttate tutto dalla finestra. William Faulkner