Iggy Pop: The Baloise Session

Iggy Pop: The Baloise Session

Un concerto di Iggy Pop durante il festival Baloise Session a Basilea

Iggy Pop: The Baloise Session

Condividi

Strangely, I became more bookish
And my home and study meant more to me
As I considered the circumstances of my death
I wanted to find a balance between joy and dignity

Stranamente ora leggo di più
Do maggior valore alla mia casa e ai miei studi 
Ho considerato le circostanze della mia morte
Voglio trovare un equilibrio tra dignità e gioia 

No shit, 1999                                                       

Basilea, 2015. Iggy Pop sale sul palco del festival musicale di Baloise, dove ha ricevuto il Premio alla carriera. Una esibizione che restituisce tutta la “brama di vivere” che ancora contraddistingue l’iguana, e il gusto con cui offre se stesso, corpo ed anima al pubblico, senza riserve. 

Personaggio controverso, noto non solo per la sua vocalità magnetica, ma anche per le sue performance di grande impatto visivo, imprevedibili e oltraggiose, è stato il fondatore di uno dei gruppi punk-rock più influenti, gli Stooges. Devastato dagli eccessi di alcol e di eroina (al punto che nel 1975 si autoricoverò in un istituto di igiene mentale), Iggy Pop deve la sua rinascita alla corte di David Bowie che lo aiuterà a tornare in sala d’incisione con i due successi mondiali The Idiot e Lust For Life

È impossibile sottovalutare il suo impatto sulla musica: consapevolmente o no, Iggy Pop è la figura con la quale ogni gruppo punk ha dovuto misurarsi, ed è universalmente riconosciuto come una figura chiave dello sviluppo non solo del punk, ma anche dei generi hard rock, noise e heavy metal. 

Dal 2003 è tornato a cantare in una rinnovata formazione degli Stooges (suonando in un concerto a Detroit), con cui ha successivamente pubblicato un album nel 2007, The Weirdness. Risale al 2016 il suo ultimo album solista (il diciassettesimo), Post Pop Depression, ideato con Josh Homme (Queens of the Stone Age, Kyuss, Eagles of Death Metal) e registrato con l'ausilio di  Matt Helders degli Arctic Monkeys .

Jim Jarmusch gli ha dedicato il documentario Gimme Danger, in cui racconta la vita dentro e fuori gli Stooges. La pellicola è stata proiettata fuori concorso al festival di Cannes 2016.  

Iggy Pop è al 75° posto nella lista dei 100 migliori cantanti secondo Rolling Stone.

La scaletta del concerto lascerà felici i fan di tutte le sue incarnazioni: Passenger, No Fun, I Wanna Be Your Dog, Lust For Life, Mass Production, I’m Bored.