Glanstonbury

Glanstonbury

Piccola storia del festival più hippy d'Inghilterra

Glanstonbury

Condividi

Il festival di Glastonbury si tiene ogni anno nell'ultimo weekend di giugno a Pilton, a circa 10 km da Glastonbury nel Somerset, in Inghilterra. Con gli anni è diventato uno dei più interessanti mai pensati e accoglie milioni di visitatori, coniugando musica a danza, teatro, circo, cabaret e altre forme d'arte. 

Il festival nasce nel settembre del 1970 col nome di Pilton Pop, Blues & Folk Festival per opera di Michael Eavis. Nel cast dell'epoca figuravano gli Stackridge e i T.Rex, il pubblico fu di circa 1500 persone, il biglietto d'ingresso costava una sterlina. L'anno successivo il festival, più grande e gratuito, si tenne a giugno, in corrispondenza del solstizio d'estate, e fu il primo di interesse nazionale. Lo organizzano Andrew Kerr e Arabella Churchill, che inaugurano una prima versione del palcoscenico noto come Pyramid Stage, concepito da Bill Harkin, costruito da un'impalcatura e da un rivestimento metallico. L'evento viene ribattezzato Glastonbury Fayre, fra gli artisti che si esibiscono quell'anno figurano: David Bowie, Traffic, Fairport Convention e Quintessence. Considerata la vera e propria precorritrice del Glastonbury Festival, quell'edizione fu ripresa da Nicolas Roeg e David Puttnam e pubblicata su pellicola.

Gli anni Ottanta hanno visto il festival trasformarsi  in un evento annuale. L'area del festival dedicata ai bambini (organizzata da Arabella Churchill e altri) divenne il punto di partenza per una nuova fondazione benefica chiamata Children's World. Negli anni successivi sono state fatte donazioni a svariate organizzazioni benefiche (Oxfam, Greenpeace, WaterAid), le quali contribuiscono al festival fornendo funzionalità e volontari. Nel 1985 la manifestazione diventa troppo grande per la Worthy Farm, viene acquistata la fattoria Cockmill. L'area del festival raggiunge così i 4 km quadrati.

Con il consolidamento della  rave culture durante gli anni Novanta, il festival vive il suo decennio d'oro aumentando a dismisura la sua portata (da 100 mila a 250 mila visitatori). L'edizione del 1994 è anche la prima ad essere trasmessa in televisione su Channel 4, cosa che ne aumenta ulteriormente la fama. L'esibizione dei Levellers di quell'anno ha stabilito il record di folla di fronte al palco, un record che resiste tuttora. Nell'edizione del 1995 esordisce una tenda per la musica dance, per venire incontro alla sua cresciuta popolarità in seguito al successo dell'apparizione degli Orbital sul palco nell'edizione precedente. La sezione Dance del 1995 è stata condotta dai Massive Attack e Carl Cox. Nel 1997 il quotidiano Guardian e la BBC diventano gli sponsor ufficiali della manifestazione. L'esibizione di quell'anno dei Radiohead presso la Piramide rimane negli annali della storia del festival. 

Nel 2000 vengono inaugurati due nuovi pachi, il Glade ed il Left Field. Capofila dell'edizione che inaugura il nuovo millennio sono Pet Shop Boys e David Bowie (la sua seconda esibizione a distanza di 30 anni). 

Nel 2015 ha partecipato al festival anche il Dalai Lama. Il capo spirituale tibetano ha tenuto un breve discorso davanti alla folla:

E’ un festival per le persone, non dei governi e dei politici, ed è così che dovrebbe essere.


Girato in cinemascope, il film del 1996 di Robin Mahoney restituisce tutta l'atmosfera a tinte "hippie" del più iconico dei festival musicali. Il racconto amorevole di un luogo che ogni estate si trasforma in una maratona di musica e pace.