Pinocchio (mal)visto dal gatto e la volpe

Pinocchio (mal)visto dal gatto e la volpe

Con Ugo Gregoretti e Andrea Camilleri

Pinocchio (mal)visto dal gatto e la volpe

Condividi

Un'aula di tribunale popolato da animali; due sinistri protagonisti in video come il professor Ugo Gatto e il dottor Andrea Volpe, alias Ugo Gregoretti e Andrea Camilleri; una messa in scena divertente che vede l'interazione tra il palcoscenico e il grande schermo. È Pinocchio (mal)visto dal gatto e la volpe,  l'opera multimediale con la musica di Lucio Gregoretti e la regia del Collettivo Shorofsky, andato in scena al Teatro Massimo di Palermo nell’aprile 2016.  I due scrittori, amici di vecchia data, si divertono a travestirsi e recitare le parti del Gatto (Gregoretti) e la Volpe (Camilleri) in questo sorprendente Pinocchio, tutto in rima baciata e cantata.

La celeberrima fiaba di Collodi viene rivisitata proprio dal punto di vista dei “cattivi”, il gatto e la volpe,  che  intendono raccontare la loro versione dei fatti, per convincere il pubblico della loro buona fede.

Non era loro intenzione turlupinare Pinocchio, anzi: volevano educarlo, metterlo in guardia, insegnargli a non fidarsi di chiunque. Per questo chiedono di avere un processo, con tanto di testimoni e avvocati, per giudicare i fatti e arrivare alla verità. 
Sul banco dei testimoni sono chiamati il dottor Corvo, il dottor Grillo, il Serpentone, il dottor Civetta, la Faina e la Lumaca. Le testimonianze, severamente valutate dal giudice Orango, presto lasciano spazio al protagonista della vicenda, Pinocchio, ormai adulto, interpretato dal musicista romano Piotta, che darà la sua versione dell'accaduto. Riusciranno il gatto e la volpe a far cambiare l'opinione del pubblico sulle loro azioni? Il finale è una sorpresa.
La regia televisiva è di Marco Odetto.