Sconcerto
Torna a speciale Giorgio Battistelli

Sconcerto

Un raffinato intreccio di parole e musica

Sconcerto

Condividi

Né melologo né opera lirica, ma raffinato intreccio di musica e parole nato nel 2010 dall’incontro fra il poeta e scrittore Franco Marcoaldi e Giorgio Battistelli, Sconcerto. Teatro di musica per attore e orchestra si presenta come una sorta di prova d’orchestra felliniana al contrario. Qui non sono i musicisti a ribellarsi, ma è Elio stesso nei panni del direttore d’orchestra a entrare in confusione perdendo ogni capacità di dirigere. Il tentativo di mettere ordine nei propri pensieri prende così la forma di un lungo e allucinato monologo lambito dal suono degli strumenti. Dietro alla convenzione del “concerto” come rito collettivo, il lavoro individua una porta d’accesso alle grandi crepe morali e ideologiche della contemporaneità. 
Il palcoscenico è quello del Teatro Verdi di Padova con Elio, Luca Mangoni e l’Orchestra di Padova e del Veneto diretta da Marco Angius.