Torna a speciale strumenti

Pianoforti, periodiche e vecchie copielle

Le Anime Leggere e la tradizione pianistica del caffè concerto

Condividi

Il caffè concerto è il primo esempio moderno di intrattenimento pop: uno spettacolo di arte varia che fa che uscire la musica dai teatri, dalle accademie e dai salotti bene per renderla accessibile a tutti. La canzone diventa colloquiale, semplice e fresca e affronta un pubblico non più irreggimentato, ma anzi sguaiato e rumoroso. Si impongono ritornelli, nuovi modi di cantare, nascono le prime star, le "sciantose" come la Bella Otero, Lina Cavalieri, Maria Campi, "la donna  che inventò la mossa", ritratta da Monica Vitti nella celebre commedia di Marcello Fondato Ninì Tirabusciò.

Con le prime orchestrine si evolve e si alleggerisce anche la strumentazione: chitarre e bassi elettrificati, batterie composte artigianalmente come assemblaggio dei vari componenti percussivi utilizzati durante le esibizioni bandistiche, più agili pianoforti verticali.

Tiziano Tarli e Nicola Bagnoli, il duo Le Anime Leggere, ripropongono quelle atmosfere con le loro canzoni dal sapore vintage e una strumentazione che d'epoca lo è davvero.
 
Racconta Tiziano Tarli:


La storia del mio pianoforte è molto lunga. È uno strumento che arriva dagli Stati Uniti, è un pianoforte verticale degli anni 30 "modello americano", ovvero più basso e profondo rispetto ai classici. Era a casa delle mie zie emigrate a Brooklyn, a New York, poi venne impacchettato e imbarcato per l'Italia all'inizio degli anni 60 sul transatlantico Michelangelo. È un pezzo di storia familiare. 


Le Anime Leggere sono Tiziano Tarli (alla voce) e Nicola Bagnoli (al pianoforte). Il duo si forma nel 2017 con l'intento di riportare in auge lo spirito allegro e spensierato del caffè concerto ed eseguire un repertorio originale nello stile della moderna canzone d’autore. I due musicisti provengono da diverse esperienze artistiche. Tiziano Tarli è cantante e polistrumentista, ha pubblicato vari saggi sulla storia della musica e delle culture giovanili. Nicola Bagnoli è organista, compositore di colonne sonore e pianista dello storico gruppo bolognese Gli Avvoltoi. Le Anime Leggere hanno partecipato al Festival Beat di Salsomaggiore e al Festival di Sanrito di Cuneo.