Un momento infinito nel silenzio eterno

La musica di Claude Vivier

Quello di Claude Vivier è un nome assai poco noto alle “cronache” musicali italiane. Compositore, nato a Montreal nel 1948, protagonista di un’esistenza drammatica, ancor più drammaticamente conclusasi nel 1983 per mano di un balordo conosciuto casualmente in locale parigino.

Dopo il diploma in composizione conseguito presso il Conservatoire de Musique de Montréal, Vivier si perfeziona presso l'Istituto di Sonologia di Utrecht e frequenta gli Internationale Ferienkurse für Neue Musik di Darmstadt, importantissimo centro di studio e produzione della musica d'avanguardia dove conosce, tra gli altri, Karlheinz Stockhausen di cui diventerà allievo. La sua musica è una costante, struggente ricerca spirituale, una ricerca interiore a cavallo tra amore – umano e divino – e morte, tra il mondo reale e quello onirico .

Essendo circondato da esseri umani destinati a morire, io dedico alla morte molti pensieri. Istintivamente vedo quegli stessi esseri umani non più in vita, ma come già morti. Come in un sogno, ho vissuto la sempre più strana cerimonia di essere chi svanisce per sempre e diventare un momento infinito nel silenzio eterno
Claude Vivier

Giovanni Battista Boccardo, giovane musicologo che ha scandagliato la vita e la musica di Claude Vivier, sintetizza in questa intervista il proprio lavoro, che ha permesso di riesumare dall’oblio in cui – immeritatamente - versava l’opera del compositore franco-canadese. 

Giovanni Battista Boccardo (Genova, 1993) si è laureato in Scienze della Musica e dello Spettacolo presso l'Università Statale di Milano e ha studiato composizione al Conservatorio Giuseppe Verdi della stessa città. È iscritto anche al corso di Scienze psicologiche dell'università telematica e-Campus per approfondire le relazioni tra musica e psiche. Ha collaborato con l'Archivio Storico della Biennale di Venezia e ha partecipato, in qualità di relatore, al XXVII Convegno annuale della Società Italiana di Musicologia con un intervento sulle opere vocali di Claude Vivier. Attualmente, insegna musica nella scuola secondaria e scrive per diverse testate giornalistiche specializzate.

Giovanni Battista Boccardo, Chante-moi une chanson d’amour. La musica di Claude Vivier
Editore: Zecchini, Varese
Anno di edizione: 2022
Pagine: 172, bross.