Nicolas Altstaedt dà voce al Re Salomone con Schelomo di Ernest Bloch

Nicolas Altstaedt dà voce al Re Salomone con Schelomo di Ernest Bloch

Sul podio dell'Orchestra Rai Tomáš Netopil - live streaming giovedì 2 dicembre 2021 20.30

Nicolas Altstaedt dà voce al Re Salomone con Schelomo di Ernest Bloch
Segna il debutto del violoncellista franco-tedesco Nicolas Altstaedt con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai il concerto in programma giovedì 2 dicembre alle 20.30 all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, trasmesso in diretta su Radio3 e in live streaming sul portale di Rai Cultura. Replica venerdì 3 dicembre alle 20.
 
Protagonista sui palcoscenici più prestigiosi sia come solista sia come direttore d’orchestra, Altstaedt è particolarmente apprezzato per l’ampiezza del suo repertorio, che spazia dalla musica antica a quella contemporanea, alternando strumenti d’epoca e moderni. Attivo anche come organizzatore artistico, nel 2012 ha sostituito Gidon Kremer alla direzione artistica del Festival di Lockenhaus, mentre nel 2018 è subentrato ad Ádám Fischer come direttore artistico della Haydn Philharmonie.
Per il suo primo concerto con la compagine Rai propone la rapsodia ebraica per violoncello e orchestra Schelomo, tra le opere più conosciute di Ernest Bloch, scritta in sole sei settimane a Ginevra, città natale del compositore, tra il 1915 e il 1916. Inizialmente Bloch aveva pensato di mettere in musica alcune parti del Libro di Qoèlet, attribuito a Re Salomone, ma si lasciò convincere dal violoncellista Alexander Barjansky a scriverne una versione strumentale con il violoncello solista. Proprio al violoncello, nei suoi lunghi monologhi, spetta il compito di riprodurre la voce del Re Salomone e i suoi saggi pensieri. All’orchestra invece spetta il compito di rappresentare tutto ciò che sta attorno al Re: il suo mondo e la sua epoca. 
Sul podio dell’Orchestra Rai è impegnato il ceco Tomáš Netopil, Direttore musicale generale del Teatro e della Filarmonica di Essen dal 2013 e Direttore ospite principale dell’Orchestra Filarmonica Ceca dal 2018. In apertura di programma propone, in prima esecuzione Rai a Torino, l’Ouverture dal terzo atto dell’opera Bouře (La Tempesta), scritta nel 1895 dal compositore ceco Zdeněk Fibich e tratta dal dramma di Shakespeare.
Chiude la serata la Sinfonia n. 8 in sol maggiore op. 88 di Antonín Dvořák, composta nel 1889 a Praga e nota come “Inglese” perché pubblicata dall’editore londinese Novello. A dispetto del titolo, è la più boema delle sinfonie di Dvořák: intrisa di ritmi e melodie popolari, possiede una radiosa luminosità rivisitata in chiave brahmsiana.
 
I biglietti, da 15 a 25 euro, sono in vendita online e presso la biglietteria dell’Auditorium Rai di Torino. Il pubblico in sala sarà accolto nel rispetto delle più recenti norme per il contenimento della pandemia.
Giovedì 2 dicembre 2021 ore 20.30
Venerdì 3 dicembre 2021 ore 20.00

TOMÁŠ NETOPIL direttore
NICOLAS ALTSTAEDT violoncello
ORCHESTRA SINFONICA NAZIONALE DELLA RAI   

Zdeněk Fibich (1850 - 1900)
Bouře (La Tempesta)
Ouverture all’atto III del dramma di Shakespeare, op. 40 (1895)

Durata: 10’ ca.
Prima esecuzione Rai a Torino 

Ernest Bloch (1880 - 1959)
Schelomo 
Rapsodia ebraica per violoncello e grande orchestra (1916)

Lento e moderato

Durata: 20’ ca.
Ultima esecuzione Rai a Torino: 3 aprile 2008, Gürer Aykal, Massimo Macrì

Antonín Dvořák (1841 - 1904)
Sinfonia n. 8 in sol maggiore, op. 88 (1889)

Allegro con spirito
Adagio
Allegretto grazioso - Andante - Tempo I - Coda
Allegro ma non troppo

Durata: 34’ ca.
Ultima esecuzione Rai a Torino: 6 febbraio 2019, Christoph Eschenbach