Hans Clevers: cellule staminali e nuove malattie

    Dal Festival della scienza di Genova 2019

    Condividi

    Le cellule staminali sono il fondamento della vita dei mammiferi. Le staminali embrionali, presenti nell'embrione umano o di topo pochi giorni dopo la fecondazione, possono essere coltivate in laboratorio e hanno il potenziale per costruire ogni singolo tessuto del nostro corpo, offrendo grandi prospettive nel campo della medicina rigenerativa. Le cellule staminali adulte, presenti in ogni organo del nostro corpo, sono invece capaci di sostituire i tessuti persi a causa di usura, traumi e malattie, ma solo nel tessuto in cui risiedono. Ne abbiamo parlato con Hans Clevers, professore di Genetica molecolare, in questa intervista realizzata da Rai Cultura durante il Festival della scienza di Genova 2019, contestualmente alla sua lecrio magistralis: Organoidi 3D. Mini organi in piastra per la ricerca e la cura di nuove malattie.

    Hans Clevers è professore di Genetica molecolare presso l’Hubrecht Institute a Utrecht. Medico, PhD e ricercatore post-doc, dal 1991 al 2002 è stato professore di Immunologia all'University Utrecht e, dal 2002, professore di Genetica molecolare. Pluripremiato e noto per le sue ricerche sul cancro, dal 2012 è presidente della Royal Netherlands Academy of Arts and Sciences (KNAW).