Barbara Mazzolai: piante che cambieranno il mondo

    Dal Festival della Scienza di Genova 2019

    Condividi

    Cosa hanno da insegnarci le piante? Quali dei loro segreti potrebbero esserci utili per costruire un futuro migliore? La tecnologia sarà mai in grado di riprodurre la potenza nascosta e pulita del mondo vegetale? Ne abbiamo parlato con Barbara Mazzolai, biologa e dottore di ricerca in Ingegnaria dei Microsistemi, in questa intervista realizzata da Rai Cultura durante il Festival della Scienza di Genova 2019, contestualmente sua lectio magistralis: La natura geniale. Piante che cambieranno il mondo.

    Barbara Mazzolai dirige il Centro di Micro-Biorobotica dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Pontedera (Pisa). Biologa e dottore di ricerca in Ingegneria dei Microsistemi, nel 2012 è stata coordinatrice del progetto europeo che ha dato vita al primo robot pianta al mondo, Plantoide, capace di riprodurre il comportamento delle radici, che può essere utilizzato per il monitoraggio degli inquinanti nel suolo. Oggi è a capo del nuovo progetto, GrowBot, per la creazione di robot in grado di arrampicarsi e adattarsi all’ambiente circostante. Nel 2015 Robohub l’ha inclusa tra le 25 donne più geniali del settore. Ha ricevuto, tra gli altri, il prestigioso Premio Marisa Bellisario e, più recente, il Premio Carla Fendi. È autrice del libro La Natura geniale (Longanesi, 2019).