Marte e i suoi studiosi: Lewis e Schiapparelli

    Con Anna Pancaldi

    Condividi

    Lo studio di Marte ha fatto grandi passi avanti grazie all’impegno di un astronomo in particolare, Percival Lowell. Il quale era stato ispirato da uno studioso italiano, Virgilio Schiaparelli, e in particolare da un errore di traduzione in un suo testo: l’errore suggeriva che Marte fosse abitato.