I giapponesi occupano Port Arthur

Si arrendono i russi

Condividi

Guerra russo-giapponese. Dopo una serie di combattimenti sanguinosi, le truppe giapponesi occupano la base di Port Arthur. Si arrendono 900 ufficiali dell’esercito russo, 23.000 soldati e 9.000 marinai. Entrando nelle baracche russe devastate, i giapponesi trovano 20.000 tra feriti e malati. Anche le perdite nipponiche sono enormi.