Klaus Barbie arrestato in Bolivia

Lo chiamavano "il boia di Lione"

Condividi

Klaus Barbie, il boia di Lione, viene arrestato in Bolivia. Scampato al processo di Norimberga, il responsabile dell’uccisione di quarantaquattro bambini ebrei nascosti in un villaggio di Izieu, si trova in America latina dal 1955, dove lavora per la polizia politica boliviana con il nome di copertura di Klaus Altmann. Nel pomeriggio del 4 luglio 1987 la Corte del Tribunale di Lione condanna Klaus Barbie all'ergastolo per crimini contro l'umanità.