La polizia sudafricana uccide in carcere Stephen Biko

Simbolo della lotta contro l'apartheid

Condividi

Viene assassinato brutalmente nella sua cella dalla polizia del regime sudafricano Stephen Biko, a 30 anni. Nato a King William’s Town, Biko frequenta la facoltà di Medicina dell’Università di Natal, da dove viene espulso perché accusato di risvegliare le coscienze del popolo nero. Fra i fondatori del “Black Consciousness Movement”, simbolo della lotta contro l’apartheid negli anni ‘60 e ’70 , la sua storia è stata più volte raccontata dal cinema. Musicisti come Joan Baez, Peter Gabriel e i Simple Minds ne hanno cantato il martirio.