Muore Ezra Pound

Poeta statunitense che aderì al fascismo

Condividi

Muore a Venezia il poeta statunitense Ezra Pound. Dopo aver sostenuto fra il 1941 e i l 1943 il regime fascista con trasmissioni radiofoniche che gli valsero negli USA una condanna per tradimento, Pound si schierò pubblicamente con la Repubblica Sociale Italiana. Nel 1945 viene arrestato e internato in un campo di concentramento di Coltano, vicino a Pisa, dove scrive i “Canti pisani”, da alcuni critici considerati il suo capolavoro. Pound trascorre poi dodici anni in un manicomio criminale a Washington, da dove esce grazie alle pressioni esercitate sul governo statunitense da artisti di tutto il mondo.