Muore il gen. Armando Diaz

Artefice della vittoria nella Prima Guerra Mondiale

Condividi

Muore a Roma il generale Armando Diaz. Nato a Mercato San Severino nel 1861, Diaz inizia giovanissimo la carriera militare e nel 1914 viene nominato maggior generale. Dopo la disfatta di Caporetto, nel 1917 sostituisce Luigi Cadorna come Capo di Stato Maggiore. Diaz riorganizza l’esercito e predispone un’efficace resistenza sul Monte Grappa e sulla linea del Piave. Un anno più tardi guida le truppe nella controffensiva che, tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre, consente all’esercito italiano di entrare a Vittorio Veneto e a Trento. Dopo la capitolazione dell’Austria, il 4 novembre 1918, Diaz stila il celebre bollettino della vittoria. Nel 1921 viene insignito del titolo di Duca Della Vittoria. È ministro della guerra nel primo governo Mussolini, che in seguito lo nomina Maresciallo d’Italia.