Nasce Ettore Petrolini

Attore di varietà e commediografo

Condividi

Nasce a via Giulia, nel cuore di Roma, l’attore di varietà e commediografo Ettore Petrolini. Fu un geniale cultore del paradosso linguistico e del nonsense, tanto da suscitare l’entusiasmo dei futuristi. La sua palestra è il teatro di piazza, per passare presto ai caffè concerto, dove trova, grazie alla sua vena ironica e iconoclasta, la sua giusta collocazione. Nascono allora i suoi celebri personaggi: Gastone, Fortunello, Giggi er Bullo, e moltissimi altri. Oltre alle sue macchiette, Petrolini è autore di celebri canzoni e di testi teatrali compiuti. Spicca fra questi “Chicchignola” del 1930, in cui Petrolini si permette il lusso di sbeffeggiare, con esiti felicissimi, perfino il suo celebre “collega” Luigi Pirandello. Anche verso il fascismo Petrolini si permise atteggiamenti critici, come nella parodia di Nerone, e persino irriverenti, come in occasione del conferimento di una medaglia consegnatagli personalmente da Mussolini, che Petrolini commentò con la celebre battuta “E io me ne fregio”.