Alessandra Ferri

Grand'Italia

Determinazione, tenacia, fiducia, ostinazione e indipendenza sono le qualità che Leonetta Bentivoglio, giornalista e scrittrice, attribuisce all’étoile Alessandra Ferri, definendola l’Anna Magnani della danza italiana. Il suo modo di esprimersi sul palco è un messaggio di intensità e forza, le sue sono interpretazioni magnifiche, una sintonia unica tra corpo, musica e spazio.

La sua carica drammatica è tale che, per ogni ruolo interpretato, corrisponde un’autentica prova attoriale. Fino al 2017, la Ferri ha calcato i palchi di tutto il mondo. Le sue particolari capacità espressive e comunicative, la sua energia e il suo temperamento artistico, congiunti con l’aspetto interpretativo, fanno di Alessandra Ferri un’artista completa. Fin dall’adolescenza dedica alla danza la maggior parte del suo tempo, facendo della propria vita un’opera d’arte.

Nata a Milano il 6 maggio del 1963, la piccola Alessandra si forma alla scuola di ballo del Teatro Scala di Milano, e già a quindici anni le viene assegnata una prestigiosa borsa di studio dal British Council, che la vedrà danzare alla Royal Ballet School di Londra.

Da quel momento in poi la Ferri non si fermerà più. Nel 1985 si trasferisce all'American Ballet Theatre di New York come prima ballerina. Con la stessa compagnia conquisterà i palcoscenici di tutto il mondo, e nel 1987 sarà Giselle nel celebre film The Dancers di Herbert Ross. Il vasto repertorio ballettistico della Ferri comprende i classici dell'Ottocento e molti capolavori di grandi autori del XX secolo, come  John Cranko, John Neumeier e Kenneth MacMillan. In questa intervista realizzata da Rai Cultura, emerge l’esperienza personale dell’artista milanese.

La sua, spiega, è una meravigliosa scoperta sullo studio accurato del corpo, una tecnica costante e faticosa che negli anni ha saputo tramutare in una sorta di vibrazione simbiotica con lo spazio circostante, facendo della sua presenza un’astrazione.  Il suo mettersi alla prova ogni giorno è considerato dalla Ferri, quasi un percorso interiore, un’esperienza immersiva e totalizzante.