Mondmilito. 28 luglio-3 agosto 1914

I fatti della storia

Condividi

Mondmilito in esperanto significa "guerra mondiale". Presentiamo qui una rassegna stampa degli articoli più interessanti estratti dai principali giornali europei pubblicati nel periodo della Grande Guerra, suddivisi per settimana a partire dal 29 giugno 1914, all’indomani dell’attentato di Sarajevo, l’evento scatenante di tutto il conflitto mondiale. Una prospettiva differente attraverso cui analizzare, riflettere e in alcuni scoprire nuovi dettagli relativi ad uno dei momenti più oscuri vissuti nel corso del Novecento. 
In questo quinto episodio si prendono in considerazione i fatti della settimana dal 28 luglio al 3 agosto 1914. Tutta l'attenzione dell'Europa è concentrata sullo scadere dell'ultimatum austriaco alla Serbia, che accetta gran parte delle richieste imperiali. Questo non basta però a ridurre la grave rigidità dell'Impero Austro-ungarico, che si considera in stato di guerra con la Serbia. Sui quotidiani cominciano ad apparire i primi bollettini relativi alle notizie militari.

Tutta l'attenzione dell'Europa è concentrata sullo scadere dell'ultimatum austriaco alla Serbia, che accetta gran parte delle richieste imperiali. Questo non basta però a ridurre la grave rigidità dell'Impero Austro-ungarico, che si considera in stato di guerra con la Serbia

Il sistema finanziario entra in stallo. Ovunque si chiudono le contrattazioni. In questo clima drammatico una notizia particolare appare sui giornali: viene rimesso in libertà il ladro della Gioconda, che ribadisce la sua posizione disinteressata nel furto, ma solo tesa a riportare l'opera in Italia. Il primo agosto la Germania dichiara guerra alla Russia e alla Francia. L'Italia si defila e aspetta di valutare gli eventi. Nel frattempo le truppe tedesche invadono il Lussembro e in Belgio. L'intera Europa si dirige verso il baratro.