Sud: questione meridionale o nazionale?

Eco della Storia

Condividi

Dalla fine del 1800 l’espressione questione meridionale indica la difficile situazione economica delle regioni del Mezzogiorno. Da subito i grandi pensatori e i politici più illuminati capirono però che non era un problema che riguardava solo il Sud, e la storia recente indica che le distanze tra un nord ricco e acculturato e un sud più povero e arretrato si stanno progressivamente accorciando.

Gianni Riotta ripercorre le tappe salienti della questione meridionale per meglio capire se si tratta di un destino che riguarda solo le regioni estreme della nostra penisola o piuttosto l’intera nazione, e perché il sud è rimasto indietro e l’Italia tutta sembra avanzare in questa direzione.

Ospiti della puntata: Ivan Lo Bello già presidente del Banco di Sicilia, è vice presidente di Confindustria, con la delega all’Educazione e promotore della campagna Fuori dall’associazioni chi paga il pizzo e Antonio Polito editorialista del Corriere della Sera e dal giugno 2015 vice direttore del quotidiano.