La satira in televisione secondo Paolo Villaggio

I Tritaeccellenze - quarto capitolo

Condividi

Un'inchiesta del 1976 di Luciano Michetti Ricci affronta il tema della satira politica in Italia attraverso l'analisi del suo sviluppo nei vari settori della comunicazione: l'avanspettacolo, la televisione, la carta stampata e la radio. Ne esce un quadro molto eterogeneo sotto tanti punti di vista, da cui si evince soprattutto uno stallo generale in tutti i settori presi in considerazione. In questa parte vediamo un’interessante intervista a Paolo Villaggio, attore affermato, che parla di censura nella satira in televisione attraverso le sue esperienze di conduttore e di comico. Secondo l’attore in Italia non esiste la satira politica, ma un racconto iperbolico, attraverso cui gli italiani possono riconoscersi in forma diretta.