Herbert Marcuse

Un'ora con

Condividi

Agli inizi degli anni Sessanta la Rai inaugura una serie di programmi d’inchiesta e d’approfondimento ideati e realizzati a cura della redazione del Telegiornale. Tra questi Un’ora con, che propone interviste a grandi personaggi del mondo della politica, della cultura, dello sport, dello spettacolo. Presenti anche immagini e servizi che raccontano in modo più approfondito la figura a cui è dedicata la puntata. Il programma andrà avanti anche nel corso degli anni Settanta, collezionando un patrimonio inestimabile di interviste a protagonisti mondiali della storia del Novecento. Riproponiamo la puntata dedicata al filosofo, sociologo e scrittore tedesco Herbert Marcuse.

Un’ora con, che propone interviste a grandi personaggi del mondo della politica, della cultura, dello sport, dello spettacolo

Originario di Berlino, dove studia e si forma continuando poi gli studi a Friburgo con Heidegger e Francofort, dove è tra i fondatori della Scuola di ricerche sociali. Nel 1933 con l'avvento del nazismo, per sfuggire alle persecuzioni razziali, lascia la Germania, spostandosi prima a Ginevra ed emigrando poi definitivamente nel 1934, negli Stati Uniti, a New York. Come cittadino americano durante la guerra ha collaborato direttamente con il presidente Roosevelt, prima di essere chiamato ad insegnare a Boston e New York. Qui alla Columbia University, diventa membro dell'Institute of social research. Il suo pensiero antiautoritario lo porta a diventare un punto di riferimento dei movimenti giovanili di protesta di fine anni Sessanta. Interessante la risposta del filosofo alla domanda di cosa farebbe se avesse un figlio hippie.