Cristoforo Colombo - La sua formazione e i progetti di viaggio

Storia in breve

Il 13 agosto 1476, per la prima volta il genovese Cristoforo Colombo esce dal Mediterraneo in Atlantico, oltrepassando lo Stretto di Gibilterra. Secondo le cronache il navigatore italiano prende parte ad una piccola spedizione commerciale organizzata a Genova e diretta in Inghilterra. La rotta verso nord-ovest prevede di doppiare l'estremo lembo meridionale del Portogallo. Il convoglio però durante il tragitto viene attaccato da una nave di corsari francesi. Delle cinque navi partite dall'Italia, solo due riescono a superare la battaglia, le altre vengono incendiate e affondate. Colombo riesce a salvarsi e ad essere recuperato insieme agli altri superstiti dai pescatori del villaggio portoghese di Lagos. La vicenda è confermata anche in una lettera che il genovese scrive al re Ferdinando il Cattolico nel 1505:

Iddio Nostro Signore miracolosamente mi inviò qui perchè potessi servire Vostra Altezza; dissi miracolosamente perchè andai ad approdare in Portogallo.


Colombo incontra poi il fratello Bartolomeo a Lisbona, dove vive facendo il cartografo. Ma nella realtà il navigatore non si ferma in Portogallo, perchè s'imbarca per Galway in Iralanda e poi su un convoglio per l'Islanda. Quest'ultimo viaggio rappresenta un momento importante per lo sviluppo del progetto che lo renderà famoso. Dall'Irlanda all'Islanda è un viaggio molto lungo in mare aperto e la navigazione è rischiosa e complessa. Secondo le cronache Colombo dopo il viaggio in Islanda si stabilisce a Lisbona, dove incontra, sembra in chiesa, Felipa Moniz Perestrello, figlia di nobili decaduti, il cui padre Bartolomeo è un grande navigatore e che sposa nel 1479. Seguono diversi viaggi che il genovese compie verso l'isola di Porto Santo, le Azzorre, le Canarie e almeno uno, tra il 1482 e il 1484, in Guinea.

La consapevolezza maturata, anche grazie al supporto scientifico trovato in Toscanelli, di "buscar el Levante por el Poniente" lo spinge a presentare un progetto al re del Portogallo Giovanni II, tra la fine del 1483 e gli inizi del 1484, che viene rifiutato, anche a causa delle pesanti condizioni avanzate dal genovese.

A causa del presunto coinvolgimento in una congiura ai danni di Giovanni II, nel 1485, Colombo lascia Lisbona alla volta di Palos in Spagna insieme al figlio Diego, mentre la moglie Felipa con l'altro figlio rimangono in Portogallo, dove troveranno la morte tra il 1486 e il 1491. In Spagna una delle figure chiave maggiormente vicine a Colombo nei sette anni che intercorrono prima della partenza per il Nuovo Mondo, che contribuisce anche ad introdurlo alla corte dei Reali, è quella di padre Juan Perez de Marchena.

Il 20 gennaio 1846 Cristoforo Colombo viene ricevuto dai Sovrani di Spagna Ferdinando e Isabella, vicino Madrid

Una puntata della Storia in breve ricostruisce gli anni della formazione del navigatore genovese e lo sviluppo del suo grande progetto di viaggio. Con la guida della Prof.ssa Annalisa D'ascenzo e il supporto delle Teche Rai.