Conversazioni di teatro con Monica Guerritore

Una carriera tra Strehler, Lavia e molto altro

Condividi

La  puntata di “Questa è la mia vita” ospita Monica Guerritore, attrice di teatro, cinema e televisione.

La   carriera dell’attrice inizia, quasi per caso, a sedici anni, alla corte del maestro Strehler. La Guerritore descrive l’intensità di quegli anni, il ruolo essenziale che hanno avuto per il suo futuro, i mondi che le hanno aperto.

“Strehler mi insegnò una cosa che mi sarebbe stata utile per tutta la vita: il punto di vista” afferma la Guerritore ricordando i pomeriggi e le notti passate a fianco al maestro a osservare i laboratori in progress di quelli che sarebbero stati dei capolavori teatrali come Il giardino dei ciliegi.

Dal passato arriva al presente con la sua prima regia teatrale in Giovanna d’Arco  e soprattutto con uno sguardo profondo sul teatro dei giorni nostri e sui possibili consigli da poter dare alle nuove generazioni di attori.

La Guerritore invita i giovani a sentire la necessità dell’essere artisti; la forza, il desiderio di esprimersi, un desiderio che parte dal quotidiano, dall’esperienza, perché “la parola”, il prodotto artistico “viene alla fine”.