Il sindaco del Rione Sanità

    Il sindaco del Rione Sanità

    La commedia di Eduardo in una versione del 1979

    Il sindaco del Rione Sanità

    Condividi

    Il sindaco del rione Sanità è una commedia in tre atti scritta ed interpretata da Eduardo De Filippo nel 1960 ed  inserita dall'autore nella raccolta Cantata dei giorni dispari.  La prima rappresentazione ebbe luogo a Roma, al Teatro Quirino, sempre nel 1960.

    Antonio Barracano è un vecchio camorrista che amministra la legge con criteri singolari. Magnanimo e duro, severo e affettuoso è riconosciuto come 'sindaco' da tutti i diseredati del Rione Sanità. La sua è una particolare opera di giustizia verso i poveri che lo porta a sacrificare la propria vita pur di risolvere i problemi economici di Rafiluccio e Rita, una coppia in attesa di un figlio travolta dai debiti.

    Qui la versione televisiva del 1979, con Eduardo De Filippo, Luca De Filippo, Lina Polito, Franco Angrisano, Beppe Marinelli, Ferruccio De Ceresa, Franco Folli, Cloris Brosca, Giancarlo Santella, Gino Maringola ed un giovanissimo Vincenzo Salemme.
     

    Come racconta lo stesso Eduardo il personaggio centrale del dramma  è stato ripreso dalla vita reale

    Si chiamava Campoluongo. Era un pezzo d'uomo bruno. Teneva il quartiere in ordine. Venivano da lui a chiedere pareri su come si dovevano comporre vertenze nel rione Sanità. E lui andava. Una volta ebbe una lite con Martino 'u Camparo, e questo gli mangiò il naso. Questi Campoluongo non facevano la camorra vivevano del loro mestiere, erano mobilieri. Veniva sempre a tutte le prime in camerino. "Disturbo?" chiedeva. Si metteva seduto, sempre con la mano sul bastone. "Volete 'na tazza 'e cafè?". Lui rispondeva "Volentieri". Poi se ne andava.